Skip Ribbon Commands
Skip to main content

Gestione delle pratiche di risarcimento danni.

Se ti occupi di gestione del rischio o del rimborso sinistri, ad esempio per una compagnia assicurativa o un ente, non puoi permetterti inefficienze nella gestione delle pratiche di risarcimento danni. Per questo ti servono strumenti di gestione e controllo che sappiano monitorare correttamente l’iter della procedura e che ti mettano in grado di arrivare a forme di compensazione congrue rispetto ai danni e nel duplice interesse del cliente e dell’azienda.

Con josh abbiamo sviluppato dei processi che rendono l’iter semplice e immediato ma sempre rigoroso e altamente monitorabile.

Tutto in ordine, da subito!

Non appena il processo viene avviato, vengono create in automatico le cartelle necessarie sul sistema documentale SharePoint in modo da predisporre l’ambiente per la successiva archiviazione documentale. Da qui, l’operatore inserirà i dati della nuova pratica attraverso un form personalizzato in linea con le procedure e i requisiti dell’Azienda, scegliendo i dati principali da appositi menu: così facendo, potranno già essere allertate le figure competenti, che diventeranno parte del processo in automatico. Ad esempio, in fase di inserimento potrebbe rendersi necessaria la visita medico legale oppure, nel caso in cui il responsabile lo ritenga opportuno, il processo potrebbe prendere la strada della mediazione: in qual caso la pratica passerebbe all’ufficio legale.

Esperienza dell'operatore (e permessi) alla guida del processo.

A seconda del livello di permessi dell’operatore che apre la pratica (e della sua esperienza nel gestirla, aspetto che josh può stimare autonomamente tramite un modulo intelligente chiamato K-Stat), la pratica stessa può prendere la via dell’”iter stragiudiziale”, in cui l’eventuale risarcimento viene corrisposto senza l’apertura di una causa legale ma direttamente in seguito al parere di uno o più professionisti. Anche le figure esterne (come i periti) possono essere coinvolte nei processi di josh, tramite l’opportuna configurazione del relativo archivio documentale.

In caso si opti per una mediazione, invece, josh può avvisare automaticamente l’ufficio legale, dando accesso diretto ai documenti del caso e mantenendo sincronizzata la corrispondenza: questo permette un notevole risparmio di tempo, incrementando al contempo l’efficienza dei diversi reparti. Tutta la fase di mediazione (e dell’auspicabile accordo tra le parti) può essere gestita tramite josh e conservata su SharePoint, con tutti i vantaggi relativi a possibilità di ricerca e catalogazione che ne derivano: un bel passo in avanti rispetto a email e documenti sparsi ovunque!


Con josh puoi fare tutto questo e molto di più: la semplicità d’uso dello strumento di progettazione dei processi (josh Designer) unita alle performance del client che li esegue (josh Client) fanno sì che ogni procedura possa diventare un vero processo eseguibile che coinvolge e sincronizza i reparti della tua azienda portando efficienza, risultati e risparmio.
Ad esempio, questo stesso processo (al netto della parte “medico legale” e dei dovuti adattamenti) può già essere utilizzato in un contesto bancario, andando a gestire le pratiche di contenzioso relative a mutui o prestiti.

Sfruttare tutti gli strumenti anche in mobilità.

Oggi tutte le attività di un processo josh possono essere eseguite da un tablet o altro dispositivo mobile; inoltre, tutte le informazioni e i documenti sono sempre reperibili, consultabili e pronti ad essere utilizzati, ovunque tu sia.

Copyright © 2019 it Consult - P.IVA: 02058940418
powered by Microsoft Sharepoint


it Consult is a Logo Partner Gold di Microsoft Microsoft Gold Partner